Ricordo quel che mio padre

non volle io gli donassi,

mentre beveva il mio sangue.

Si difese assolutamente dal dono mortale del mio splendore,

cupamente custodiva una lama femminile.

 

Le generazioni mediterranee, financo europee,

densamente sincopate di discontinuità.

 

Come può essere davvero lo stesso sole, ogni giorno?

se nessun giorno ritrovo lo stesso,

lo stesso.

 

Un dio ha voluto celarsi a me,

fingendo di morire.

Ora vorrei che la mia carne fosse dispersa velocemente

a bagnare la sabbia assetata delle vigne;

ma la nebbia sul mare della mia terra,

che non ho mai visto,

potrà ancora raccontare il mio pudore?