Certi pensieri sono astratti
E quindi è utile liofilizzarli
Così sono, meno ingombranti
E comprensibili per tutti

Ma se disinvolta mi racconti ciò che senti,
Del sincero ricordo d’un tuo viaggio solitario
E lontano…
Alla ricerca di un senso oltre all’incedere del tempo,

La tua voce mi piace
E discreta è la brina sugli aghi posata
Rivelazione lieta come le tue parole
Che sono vere
E discernere Cannella
In uno Strudel alle mele
M’ anche calde ed accoglienti
Sono un rifugio in montagna tra le Dolomiti e le Alpi

Che oggi sono belle all’orizzonte
E il tuo ricordo nel mio sguardo si confonde
In alto con l’azzurro
In basso tra il bianco e il verde

Chissà se dietro a un bacio in fondo
Si condivida anche imbarazzo
Di vivere pensando quanto sia strano questo mondo

Ma se i miei versi ti sono fittizi
E la metrica barcolla, è barocca e avventizia
Il mio farneticare fuga in fretta
Solo un attimo ti chiedo
Aspetta

Sei bella per saggezza nel tuo essere diversa
E questa,
Tra le mille fragili impressioni,
E’ la mia unica certezza