Trucioli sparsi
Su un tappeto, inverno.
Tu rimasi a chiedermi:
Che siano i nostri,
Tuoi e miei, petali appassiti?

Finsi e credei di rapirmi,
Distanze incolmabili presero
le mie veci.
Sinistri pensieri
Raccoglievano le somme
Del palpitar mio breve.

Io non risposi
Perché amor non è mai
Quel che si crede,
Ma solo trucioli, petali, baciami!
O’ mio capriccio più grande.