Scorrere

Sulle rive bucoliche del fiume pisano

scrive, trema la mia mano.

Il suo scorrere incoercibile

la sua eternità, la sua immensità.

Astrazioni.

In un secondo percepisco

in questo fiume di sensazioni

la mera unità del tutto: il senso, l’infinito.

Fiore fiorito e poi appassito.

Scorre in questo fiume la mia fede.

Scorre la ruota della vita.