Fame d’aria

Si aggroviglia, mi risucchia, ti allontana

Fondamenta, rizomi, tuberi

la mia esistenza annodano.

Piombo, nella voragine, nella caligine

dell’anima e della mestizia,

ma rendimi salva, rendimi viva.