La piccola lampada di fianco al letto
Sospira un azzurro che le pareti riflettono in verde
Io sospiro sopra un’altra giornata
Senza più niente da dire
Non c’è niente da capire
È tutto così ovvio
Eppure così sbagliato

Un cubo di rubick con i colori sbagliati
Che non si può davvero risolvere
Si può solo continuare a provare
Mescolare idee e concetti
Esperienze e sogni
Per cercare il senso della vita
Ma poi continui a pensare
A scrivere
E se anche il cubo di rubick fosse risolvibile
Riusciresti a mescolarlo ancora
Solo perché non ti sei accorto
Di averlo già risolto