L’innesco

SarĂ  che i bei versi procuri
che il mio estro alla luce riporti
che ad Apollo mi conduci
e il mio spirito oziante solleciti
E di te mi servo
per scongiurare il letargo
usufruendo del fuoco di lanterna
che inconsapevole appicchi.