Supplizio

Saturo d’un misero vuoto.

Vuoto reo del supplizio
che il cuore mio angustia.

Cuore che in petto permane dolorante
reliquia di vorticosi impulsi
che dal tuo soffio deciso
emesso prima d’andar via
furono estinti.