Vile apatia

Sarebbe così semplice
spegnere la mente,
lasciarsi abbandonare
e non sentire più niente.

Se si potesse ignorare
ogni umano stimolo
sarebbe troppo comodo,
sarebbe un po’ barare.

Con tutti sarei schivo
e in fondo un po’ annoiato.
Di ciò che rende umano
mi sentirei quasi privo.

Perché, mi chiedo allora,
l’umano si vuol male?
Perché non ha imparato
ch’è doloroso amare?

Perché? Perché vogliamo
condannarci a soffrire,
e quello che ferisce
lo sentiamo di sentire?

Perché soltanto un vile
sceglierebbe di fingere
di aver vinto sull’umana
debolezza del Sentire.