Nell’abisso della notte

Parole soffocate
confessioni accennate
storie morte sul nascere
giacciono nell’abisso della notte.

Dove il vocabolario delle sensazioni
si espande insieme al mio cuore,
insieme al tuo nome.

Da dove riaffiorano vibrazioni passate
che durano ancora,
suoni allora percepiti
che adesso assordano la vista,
offuscano il cuore.