Non sono una che parla
Ballo al ritmo dei tuoi silenzi
Mi ubriaco di lenti
Ma vomito casse di vino da due soldi tra sogni proibiti e sguardi sgomenti
Poi mi rilasso, collasso e trapasso limiti
Cado su una sedia in vimini
Forse mi addormento forse affanno,
Accumulo errori nella testa
Ne faccio mezzo e giĆ  sto pesta
Ricado e tremo, stremo
Mi manca
Ho bisogno di un sostegno, arranco,
Mi stacco
Prometto
Domani qui sotto ancora ti aspetto