Il tempo delle rose

La smetti d’essere così bella?
Che mi rubi di notte le ore migliori del sonno
Che di giorno mi catturi tutti i pensieri
E offuschi in oblio tutti i sentieri
Se solo sapessi io da solo
Fissare la mente su un’altra nave
Ne seguirei il profilo sul mare
Fino a scomparire nel vitreo orizzonte
Se io potessi naufragare,
e un giorno nuovo dimenticare,
il sapore dolce dei baci rubati
il richiamo selvaggio dei giorni assolati
Li butterei via tutti codesti ricordi
In fondo al mare e tanto lontano
Son questi, Amore, tempi balordi
E sfioriscon le rose che tengo per mano.