David

Notre voyage
stella nera, figlia d’abisso
Già un anno che moriamo
chissà dove saremo, adesso
 
Ti senti così solo
che potresti morire
E Ziggy resta qui
solo per guardare
 
Quante bugie, a voce piena
ci uccidono questa notte
Io sono uno specchio
immemore e frantumato
 
Il duca silenzioso
non prende il primo treno
Da stazione a stazione
la pena è la stessa
 
C’è vita su Marte?
Sette sono i miei giorni
per vivere, oppure perire
No, non saremo mai eroi
 
Berlino piange un muro
non è la mia memoria
Io rivedo quei due innamorati
baciarsi lí vicino
 
Oscilla il pendolo
umano disincanto
Sette giorni non più
avremo cinque anni ancora
 
Hermione, ti perdo
gli angeli sono andati via
Così ardendo lentamente
ceneri alle ceneri