Ho un nodo allo stomaco

che mi sale per la gola,

si spezza nei mille silenzi con cui mi crogiolo in una stanza vuota.

Poi torni ma non è come prima.

I sorrisi scompaiono dalle guance,gli occhi diventano tapparelle chiuse in loro stesse.

Sei sempre lo stesso ma ho occhi diversi

persi nelle tue assenze.