Negazione

Mi sveglio la mattina, non sento più il tuo sapore.

Quel tuo sguardo, sincero, non riesco più a disegnarlo.

Sono sordo, non sento più battere il mio cuore, in sincronia col tuo.

Il mio sorriso è cambiato, non sono più lo stesso pazzo.

Lottare ho lottato, troppe lacrime ho versato:

mi sento debole, non riesco più a gridare,

un’ombra mi trascina, non posso più capire.

Quel sorriso mi tormenta, vorrei poterlo strappare.

Non riesco a ragionare, ormai cosa posso fare?

Non è un problema che si può risolvere con una semplice equazione.

Dunque la mia felicità, era soltanto una truffa?

Voglio vivere nella mia illusione, non pensare,

non ho più cognizione, mi sento offuscato, privo di sensi.