Acciughe

L’isola mi ha dato un tuffo in un mare di sale blu,

il vento mi ha avvolto, mi ha preso, mi ha lanciato contro le rocce,

ed erano aguzze, e avevano occhi fatti di ricci aggrappati.

Mi lancio in avanti, ho detto, il mare mi prenderà,

mi porterà giù,

così potrò sentire ancora il mio cuore.

Salto.

Apro gli occhi e sono dentro una sinuosa bolla di acciughe,

si muovono come una argentata sfera, sono linee aguzze e vitali.

Hanno centinaia d’occhi fatti di luce riflessa, energia del vento che trascina,

che soffia forte e mi dice,

Bellezza.