Civico 1 della piazza

Ricordo, una notte,
d’aver guardato i palazzi
intorno a casa tua
Per sapere qualcosa in più
di Roma che dona tutto/
tutto ti strappa dal petto.
Perché non fossimo estranei
Per quel vecchio detto
delle affinità elettive/
affettività selettive.
Perché stavi a guardarmi
immobile, come t’avessero
modellato nel cemento,
come ti tenessi armato
tutto tra le tue mura.