Non sogno ma incubo

Non sogno ma incubo
Notte già fonda
La camera è fredda
La lampada è spenta.
Un rifugio sicuro
(anche)
Per l’ombra.

Lenzuola leggere sui polsi,
Un nastro di seta sugli occhi
Nero
Come l’abisso
Nero
Come la notte.

Fa freddo
Ho paura

Ma là una stella,
Uno spillo,
Che brilla.
La luce arriva
(fin qua)
E spezza la tenebra,
E scaccia il buio
Mi ri-sveglia.