Granelli di sabbia

Noi rubiamo attimi al mondo

Ore, minuti, ogni secondo concesso

Di pienezza, di forma,

Di armonia.

Di coraggio e paura. Ci regaliamo

Carezze e sguardi.

Nascosti, ci spogliamo

E ascoltiamo il nostro ansimare,

L’unico suono che conta.

La pelle assapora ogni onda

Come fa una spiaggia incontaminata.

Poi la porta si chiude

E cadono le conchiglie sul pavimento.

Ci sgretoliamo di nuovo, per ricomporci

Nei nostri abiti, nelle nostre facciate

Diventiamo conchiglie vuote

E continuiamo a cantare la stessa canzone.

Il mondo ci ripone

Su una mensola impolverata

E continuiamo a chiamarci

Da lontano

Viviamo un sogno

Fino a quando l’universo,

stanco dei nostri gemiti,

ci annienterà.

Saremo allora

Solo granelli di sabbia.