Skip to main content

Covid-19

Mesi silenziosi

Pagine bianche

Girate svogliatamente

Nel cuore una solitudine

Troppo rumorosa

Ho accumulato inchiostro

Al posto del cuore

Agne – luna e freccia

Abbiamo percorso

Attraverso cascate verdi

Strade suonate dalla pioggia

Sorriso con strani abitanti

Incuriositi e spaventati

Nel grigiore del cielo le risate

Dei nostri stivali sporchi di fango e foglie

Hanno colorato le nuvole

Tra sguardi gioiosi ed amari

Libera dalle mie catene

Mi donavo a te senza riserve

Ho scoperto quanto mi rendi felice e sicura

Ho capito come far scivolare qualsiasi barriera

Con te non servono

Chissà se quella tranquillità

Ha raggiunto anche te

Scrivo per te

Scrivo per me

Per te

Per noi

Per il mondo che mi ispira

Per il mondo che respira

In questa stanza vuota

Piena di ricordi

E anime volate via

Dimenticate e ricordate

In cassetti incantati

In bauli antichi

E mai accantonati

Tuoi

Pensieri di te

Colpiscono

Vanno via

Mancanze inspiegabili

Colpi all’anima

Pensieri di te

Trattengo il respiro

Ma non c’è aria

Quando soffi lontano

Il cuore si assopisce

Pensieri di te

Battiti acuti

Sguardo assorto

Mondi paralleli

Distanze colmate

Disarmonia

Nel silenzio vacillano tutte le certezze

Ho perso l’equilibrio

Alcool

Vuoi aggiungere

A questo equivoco

Un altro cicchetto di pensieri

Mandalo giù

Tutto d’un fiato

H

Mi manca il modo in cui

~ dolcemente ~

inquini gli spazi miei

Concediti

 

Concediti debolezza

Lacrime a cascate

Umore isterico

Non dimenticare

Di sbattere i piedi

Fare le smorfie

Le linguacce

Anche i gestacci

Lamentati

Piagnucola

Sbuffa

E poi scoppia a ridere

Per pura gioia

Ridi fino a piangere

Piangi per davvero

Per la tristezza profonda

Perditi nei pensieri

Isolati dal mondo

Poi torna a farne parte

Concediti a tutti

Celati a tutti

Esaspera il carattere

Cambialo completamente

Poi torna in te

Respira

Respira a fondo

Chiudi gli occhi

Ma non dormire

Riprendi a sognare

7.6.19

Ti cerco nel profumo di carta

Dove l’inchiostro si è impresso

Chiudo gli occhi e assaporo

L’essenza di te

Che le parole raccontano

I ricordi poi prendono forma

Volano via dalla fantasia

E mi portano al passato

A quei ricordi sublimi

E mi portano al presente

Ai desideri che fremono

E mi portano al futuro

A quei sogni che ho soltanto il coraggio di sussurrare

Sento il peso degli anni che passano

Sento nel cuore una leggerezza nuova

Data dalla comprensione

Di quello che negli anni passati

Era avvolto in una nube di incomprensione