Skip to main content

..ma la sveglia suona, è già sera.

ballano dolci due calzini
la musica è d’amore
e gridan le chitarre d’estate al mare
in questa sera
a due a due s’amano
i nostri piedi adesso
distanti

piano piano si stancano
è notte
si dorme..

Radici

Sono stato da mia nonna, anni fa
l’ultima volta che la vidi.
Radici di fronte a me ho trovato
d’un albero che tanto ha dato
di cui son frutto anch’io tra pullulo di nidi.

Salendo dalle sue pantofole poi
è dura la corteccia
che ha visto i venti d’ogni dove
ma dopo vent’anni nonna

continui a confondere il mio nome.
Vorrei dirti anni fa
che ti voglio bene anche adesso
che nonna non capisci più.

Sciarpa

Vorrei poter essere la mia sciarpa marrone
per sentir sempre il caldo delle tue labbra
su di me d’inverno

indossami e gettami
voglio essere raccolto
o bruciato è uguale

collo che vai
labbra che trovi.

Prima vera < 20 marzo

Mi cogli come un fiore i primi di marzo

Impreparato

Immaturo ed incoscente, come posso io essere pronto alle tue lame fredde

che abbracciano la mia anima?

Non ho ancora radici io

ed il mio stelo é un filo che Io,Tu

avete già deciso di tagliare

le esuvie friniscono
ciò che va finito
ed io finisco
cosa vorrei non fosse mai iniziato.

Giulia,

Poesia d’Amore.

Apuane

Dei silenzi ricordo il calore

Povera mente malata
mente a sé stessa
e non vuol esser ascoltata

che sia una poesia
un’agonia o un lamento
non c’è niente da fare, lei sempre dice “Non è questo il momento!”

ma lontana dal vento

che m’estasia col tuo odorino
ogni mio dolce pensiero acchiappa
ed io inforcherei subito il motorino
piccola mente tiello forte che scappa!

E’ quindi così che non mi nascono i versi
in cui scrivo di noi e dei nostri mille universi
diversi, diverbi invece sempre presenti
in questi giorni di stenti dove te
come panni al sol
mi stendi.

Patirò

Non voglio andare
in bagno
con te
partirò
paesi che conosco e già so
che tirando lo sciacquone
sentirei il peso della merda addosso

Ma il condizionale non esiste
nel mondo di chi ama davvero -così dicono-
saggi decisi e forti
le carni deboli dei nuovi anziani
adulter’io in passato ormai e tu
di che tremi non saprò mai
perché già ho reciso e di rosso inferno visto
ardere

il fiore del male di BaudeLei.

Daily Mantra

Va tutto bene
Va tutto bene, va tutto bene,
va tutto bene, va tutto bene, va tutto bene,
I sogni mai nati e già morti
le nuvole scure nel cielo
Va tutto bene, va tutto bene
I capelli unti che ansia
non capisco le persone ho paura
va tutto bene, va tutto benevatuttobenevatuttobene
tutto
va.

solodolore

Del tempo una rosa è
stanca, gobba sulle sue spade
erette si china sempre più
a sgozzare il suo stesso stelo

che rosso brivido di morte

cadono gocce di petali dal cielo
ed io voglio mangiarli tutti
per sporcarmi le labbra e pulirmi la mente

è un bisogno il sapore dei denti dentro me
non rido non piango non provo
solo dolore, freddo sul corpo
freddo nel cuore
solo dolore