V.58

Scudi antibomba

Ho capito perché scappate tutti
perché c’ho le bombe nel cuore
e c’avete paura che se una scoppia
scoppio tutta anche io
e anche voi che siete vicino.

Ci deve essere un punto di vicinanza
che se è oltrepassato viene un messaggio
– attenzione questa c’ha le bombe nel cuore –
e via tutti più lontano possibile,
scudi antibomba per parlare
che quasi non si capisce quello che si dice
ma almeno siete al sicuro.

Che poi io lo so che c’ho questo problema
bastava chiedere prima di superare il confine
avrei detto che si, c’ho le bombe nel cuore
ma che non sono bombe pericolose per chi è fuori;
al massimo potete rimanerci male degli occhi
che gli occhi di chi gli è appena scoppiata una bomba nel cuore sono difficili da guardare
bruciano un po’ nello stomaco di chi li guarda
ma niente di più di un bicchierino di vodka.

C’è la possibilità che il fumo polveroso dell’esplosione di bomba nel cuore
li faccia lacrimare, quegli occhi.
Ma tranquilli, non è tristezza
è fumo e polvere che si appiccicano agli occhi
che si autopuliscono usando le lacrime.

Il problema delle bombe
oltre alle persone che le sanno e che scappano
è la terra bruciata che rimane
dopo le esplosioni.
Tabula rasa di sensazioni
sterminio di bruchi che sarebbero diventati
forse un giorno
farfalle per lo stomaco.

E non bastano le parole rimbombate che vengono da dietro gli scudi antibomba
c’avrei bisogno che tu rimanessi vicino
oltre la linea del messaggio.
Uomo avvisato mezzo salvato.
Portati il maalox per lo stomaco.