Libro degli ospiti

Scrivi un nuovo messaggio

 
 
 
 
 
 
L' indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
Non inserire informazioni sensibili, il messaggio verrà pubblicato automaticamente.
4442 messaggi.
F.01 pubblicato il Ottobre 31, 2016 alle 10:24 am:
Ho il solo timore che questa pagina non sia sufficientemente seguita. Perché vi si trovano tentativi ed esiti letterari davvero niente male.
Grazie ancora a tutt*
Più per le poesie... ma anche per le offese!
Dinvisibili pubblicato il Ottobre 30, 2016 alle 2:33 pm:
Ed io
Che ancora gioco
Con le luci sul soffitto
E con le bolle di sapone
E sogno strane immagini alle nuvole
Le mie superficialità rampicanti non portarle via
Non svegliarmi la mattina troppo presto
Per dirmi che il tuo cuore si è fermato
Che là fuori esiste un mondo di persone
Di atomi confusi, onde e forze ed energie
Di lacrime e preghiere silenziose
Urlate al cielo senza fede più alcuna
Che la gente ascolta ancora, indifferente,
Le storie che raccontano la sera
Con il molo che gli affonda sotto i piedi…
Non è l’ora per i regali di Natale, ancora
Poeta triste pubblicato il Ottobre 29, 2016 alle 2:23 pm:
La notte oscura le vetrate
che sono lenti per vedere te,
creatura viva e vitalizzante,
camminare libera in un gabbia.
E maledico la notte, perché nemica.
Dinvisibili pubblicato il Ottobre 28, 2016 alle 10:26 pm:
I sospiri delle lucciole
Guardano al mondo con ironia
Perché hanno già veduto
E la luce e l'oscurità
enrycadu pubblicato il Ottobre 28, 2016 alle 10:13 pm:
Sto tempo
la cosa principale
di ogni ora giornata minuto
È la vita
Tutti in fissa coi rifiuti
E poi nei bidoni
solo attimi finti
momenti sprecati
e sognati
Giacomo pubblicato il Ottobre 27, 2016 alle 9:46 pm:
Poca è la luce,
di nebbia un manto,
sul colle del santo,
il tuo profilo mi seduce.
T pubblicato il Ottobre 27, 2016 alle 3:11 pm:
Sto combattendo con tutte le mie forze contro questo male che mi attanaglia, in un momento sembra passato, eppure eccolo lì:
esso ti colpisce quando meno te lo aspetti, si infiltra nei tuoi pensieri, si infiltra nei tuoi tagli, stravolge la tua mente e, come non fosse passato un minuto, ha già piantato l'embrione del tuo odio, approfittando della rabbia e scavalcando il tuo buon senso.

Sto combattendo con tutte le mie forze, ci sto provando ma è dura; chissà se un essere umano potrà mai da solo attraversare la tempesta, i terremoti e le vertigini, rimanendo pur sempre il vigile dei propri pensieri.
Uhuru pubblicato il Ottobre 27, 2016 alle 2:56 pm:
Quando ti parlo di libertà
Tu a cosa pensi?
Ad uno stato sociale
Ad un pensiero
Ad un'utopia frutto di immaginazione
Ad un'attitudine
Ad una condizione
Quando ti parlo di libertà
Tu come ti vedi?
Hai mai assaggiato il sapore della libertà in anni di lotta
La libertà si può comprare?
Pensi sia un oggetto da ottenere
O un bottino da conquistare?
Oh essere umano moderno e civilizzato
Che vivi nella comodità nel tuo mondo ovattato
Ti definisci libero ma libero da cosa?
Essere libero di usare acqua e luce a tuo volere
Essere libero di comprare quello che desideri?
Essere libero di esprimere il tuo pensiero
Bella la tua libertà ma stai molto attento a non superare i tuoi confini.
E tu donna occidentale dalle mille libertà
Tu si che sei veramente libera
Di lavorare come gli uomini
Di truccarti e prenderti cura della tua estetica
Di mostrare il tuo corpo a tutti
Di non indossare veli
ma stai molto attenta a non superare i tuoi confini.
Sei libero dal tuo lavoro? Pensi di essere libero non lavorando?
Sei libero dal soldo? Pensi di essere libero tu che possiedi ogni ricchezza?
Pensi di essere libero di scegliere la tua vita nella fitta ragnatela del destino?
Quante volte continuerai ad inseguire i riflessi dei frammenti del grande specchio?
Quante libertà dovrai inseguire prima della Libertà?
Martina Minguzzi pubblicato il Ottobre 26, 2016 alle 3:42 pm:
Nelle giornate grigie, quelli con i corvi sugli alberi,

sono lì che guardo da lontano,

una finestra di vetro un po’ appannata,

il sorriso disegnato in viso come un clown,

il cuore come un orologio dai mille rintocchi,

il corpo come le foglie al vento : tremante,

E poi scende una lacrima,

una goccia di pioggia un torrente impetuoso un lago e la quiete,

una sconosciuta noia di vivere
MA pubblicato il Ottobre 26, 2016 alle 11:59 am:
in silenzio

i nostri cuori hanno parlato benissimo