Libro degli ospiti

Scrivi un nuovo messaggio

 
 
 
 
 
 
L' indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
Non inserire informazioni sensibili, il messaggio verrà pubblicato automaticamente.
4000 messaggi.
spiraleCerulea pubblicato il Settembre 17, 2020 alle 12:16 am:
Alice son confuso
La svizzera
Il relatore
La pizza
Mi confondono un po'
Alice pubblicato il Settembre 17, 2020 alle 12:09 am:
A me frega di te,
voglio sapere tutto di te,
Tipo se tuo fratello ha avuto il tuo stesso relatore?
se hai un parente in Svizzera e non vedi l'ora di incontrarlo?
Se ti mancano le persone che una volta erano la tua famiglia
o non ti frega niente di loro?
se ti piace il gelato o la pizza?
Come reagisci ad una bella notizia?
spiraleCerulea pubblicato il Settembre 17, 2020 alle 12:08 am:
Non c'è poesia nella parola cazzo.
La parola cazzo è cittadina della prosa,
ma ha ritmo, baldanza, ironia e detta bene pure grazia; salta di frase in frase, è socievole e sta bene in ogni contesto; il suo grande difetto è la sincerità: è diretta, impetuosa e irascibile e la poesia è bugiarda e ingannatrice.
spiraleCerulea pubblicato il Settembre 16, 2020 alle 11:47 pm:
Il fatto è che
non me ne frega niente
a me
di te
e a te di me.
Ci frega parlare di noi,
io di me
tu di te
Ci consola aver qualcuno con cui parlare,
ma siamo sordi io e te.
Aspettiamo solo il nostro turno per parlare.
Cantiamo senza un pubblico io e te.
Ci piace il suono della nostra voce.
Narcisi lacrimosi portati via dalla corrente.
Alice pubblicato il Settembre 16, 2020 alle 11:28 pm:
Mi piace guardare la faccia nascosta del sole
Vedere che in fondo si muove
Dietro quelle nuvole che cambiano colore
Distesa su un campo di viole
E a te cosa piace?
spiraleCerulea pubblicato il Settembre 16, 2020 alle 11:26 pm:
Guardo ma non vedo
Ascolto ma non sento
Queste sere
il cuore è un fuggiasco
e la ragione inseguitore.
Gialla da Milano pubblicato il Settembre 16, 2020 alle 10:32 pm:
QUI E ORA
In balia
cullato dal vento di pensieri gialli
sorridere nell'aria,
essere l'aria
tutto o niente
tutto e niente
tutto è niente
il tuo niente è il mio tutto
Adriana pubblicato il Settembre 16, 2020 alle 4:24 pm:
Ti aspetto lì
dove riposano le cose a metà,
tra il
magari è stato meglio così
e il
chissà come sarebbe stato
Alice pubblicato il Settembre 16, 2020 alle 1:10 am:
L'uscita era come le altre
ma aveva molta più gente
e forse qualche scritta in più
è lì che lo vidi
a braccetto con N.,
era il 5 di Aprile
e tirava una brezza
che dava colore alla quiete
e profumo di pane alle olive.
Lui pure mi vide
e forse sorrise
non sono sicura,
ma forse davvero sorrise
perché all'improvviso fu molto più forte
l'odore di pane alle olive
Alice pubblicato il Settembre 15, 2020 alle 8:18 pm:
Quante vite dovranno passare prima di riincontrarsi?
A me non va di aspettare un'altra vita, ammesso che esista!
Se non avessi lasciato di studiare il pianoforte non ti avrei mai incontrato
e forse avrei ignorato la tua presenza,
O forse ti avrei incontrato in non so quale città per caso.
Ma ti ho visto qui, ora, in questa vita.