Skip to main content

Libro degli ospiti

Scrivi un nuovo messaggio

 
 
 
 
 
 
L' indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
Non inserire informazioni sensibili, il messaggio verrà pubblicato automaticamente.
6040 messaggi.
Deficiente x3+2 pubblicato il 7 Settembre 2022 alle 10:43:
Acqua
Emme sei?

Cos’è battaglia navale?
ç pubblicato il 7 Settembre 2022 alle 10:34:
Ci sei?
Deficiente x2 pubblicato il 6 Settembre 2022 alle 23:18:
Mi sei mancata>>>>>mi manchi

“Dimmi! cosa ti aspetti?
C’è una chiave se vuoi
Nel mio cuore deluso
Solo tu ci puoi entrare
Mi basta un tuo soffio per ricominciare a volare
Considera il fatto che sono impaurita
Per l’ultima volta per come è finita
Ho un disperato bisogno di crederci ancora”
Non fraintendermi non è una scusa
“È che sono incostante nei rapporti sociali”
(A.Alessandra)
Solitudine pubblicato il 6 Settembre 2022 alle 22:33:
Solitudine è un'amante complicata.
Mi culla lenta tra le sue braccia quando sono troppo stanca per andare oltre,
rannicchiata sul suo grembo,
la testa poggiata sul suo petto.
Mi conforta, mi avvolge in intimi abbracci,
sospira lieve alle mie orecchie.
Mi prende per mano e mi guida verso luoghi surreali,
il parcheggio vuoto,
la scala anti-incendio,
il cantiere abbandonato.
Pozzanghere cristalline accanto al marciapiede, brezza che smuove fronde brillanti, foglie baluginanti nella luce dorata del tramonto.

Solitudine è un'amante complicata.
Mi porta le sigarette alle labbra,
respira l'acre fumo che espiro io.
Con le punte delle dita mi sfiora delicata la pelle,
parte dalle mani, sale su per le braccia, arriva alla nuca e poi scende sul petto,
si ferma sullo sterno in un tiepido, freddo tocco.
La sua è una bellezza impalpabile, leggera, impercettibile alla vista.
Fremo in sua presenza.

Solitudine è un'amante complicata.
Discutiamo spesso, è gelosa,
talvolta la sua possessività diventa una nebbia densa,
fredda,
buia,
che ci racchiude entrambe in un ambiente più intimo ed impenetrabile di qualunque dimora dalle mura in pietra.

Solitudine è un'amante complicata.
È per me facile sviluppare dipendenze nei suoi confronti, nelle sue carezze, nei suoi baci leggeri,
nel suo cullarmi rassicurante,
proteggendomi da tutto,
da tutti.

Solitudine è il caffè rimasto al fondo della tazza,
è l'autobus vuoto con solo me e lei e l'autista al suo interno,
è il silenzio delle città nell'entroterra a metà agosto,
è il pulviscolo sguazzante nella luce dorata, che filtra dalle fessure nelle tapparelle abbassate.

Solitudine è fumo caldo e acre e speziato che scende giù nei polmoni,
è la poesia e la prosa maldestre mai messe furtivamente nello zaino della ragazza per cui sono state scritte,
è un bacio che mai ha raggiunto le sue labbra.

Solitudine è il crepuscolo e l'aurora,
l'alba e il tramonto,
è l'oceano e il temporale.

Solitudine è un sospiro
dolce e malinconico.

Solitudine è un'amante complicata.
Larmes d'or pubblicato il 6 Settembre 2022 alle 22:30:
Vorrei portarti nella mia discoteca speciale,
nella mia discoteca di tre metri quadrati,
nella mia discoteca personale.
Non scherzo,
è proprio una discoteca speciale.

È aperta solo nelle ore solitarie,
quando a tenerti compagnia ci sono solo i gatti assonnati
e il brusio al di là delle finestre.
È aperta nel momento del bisogno,
nel momento in cui i pensieri iniziano quatti quatti
a strisciare verso la tua nuca.
È aperta quando vuoi e quando non vuoi,
basta che a saperlo ci siano solo te ed io
e i gatti assonnati.

In questa discoteca speciale non ci sono regole.
Puoi danzare in giacca e cravatta, in pigiama.
Puoi danzare agghindata d'ogni colore o
anche in bianconero.

E
se vuoi
possiamo
danzare nude,
ubriache,
drogate.
A nessuno importerà.
Nessuno vedrà.

In questa discoteca speciale possiamo danzare col sudore che scorre
come lacrime lungo la colonna vertebrale,
possiamo danzare ridendo come matte.
Piangendo
come Freyja abbandonata
lacrime d'oro.
Scuotendo i nostri corpi fino alla dispnea,
i capelli attaccati alle tempie e
la milza squarciata da un pugnale.

Possiamo ballare dimenticandoci dello spazio e del tempo,
dei tagli e dei cerotti,
del bruciore dell'acqua ossigenata,
delle ferite
che sono ormai cicatrici.
Dei pensieri che urlano mentre vengono sovrastati dalla musica.

E' proprio una discoteca speciale,
oro fuso,
vorrei portartici.
Deficiente pubblicato il 6 Settembre 2022 alle 21:38:
Stasera guardo un film
“Il signore delle formiche”
Non è il mio genere
Ma questo in un ospedale psichiatrico
Sotto scosse di elettroshock
Sembra un po’ me

Come dice quel post
“Non dare 1000 a chi sa contare fino a 100”
Più dai e meno ricevi pubblicato il 6 Settembre 2022 alle 20:20:
Fair enough
Deficiente pubblicato il 4 Settembre 2022 alle 14:02:
Sembra una persecuzione
Sono ovunque
Mi bannano
Mi spannano
I giusti sono loro?
Non credo, sai?

Tutti sanno leggere
Siamo diventati dei robot ormai…
Nemmeno nei sogni mi lasciate in pace
Deficiente da Bologna pubblicato il 4 Settembre 2022 alle 06:45:
Ma vaffannc*lo tu!
se hai dimostrato hodge dillo!
sennò passo per quella che ha la fotocopiatrice…
pezzo di merda!!!
Asse da Milano pubblicato il 4 Settembre 2022 alle 03:29:
Ma vai affanculo
Brutto
Testa
Di
Ca**o
Sei
Solo
Molto
Simpatico