Libro degli ospiti

Scrivi un nuovo messaggio

 
 
 
 
 
 
L' indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
Non inserire informazioni sensibili, il messaggio verrà pubblicato automaticamente.
4144 messaggi.
Serena pubblicato il Agosto 24, 2014 alle 7:25 pm:
Anche io ho visto tre vostre poesie in zona Brick Lane/Shoreditch a Londra. E mi piace un sacco l'iniziativa. Sarebbe bello fondare un MEP a Londra in cui magari mischiare poesie in italiano a quelle in inglese. Ma magari penso troppo in grande. Saluti.
Giorgio pubblicato il Agosto 20, 2014 alle 9:52 pm:
Ciao componenti, conoscitori e amici del MEP!
vi ho scoperto passeggiando tra i portici di Bologna e mi sono incuriosito...
da diverso tempo speravo di trovare qualcosa di simile al MEP, dato che, da diverso tempo, talvolta mi ritrovo a scrivere qualche verso.
a tal proposito, mi chiedevo e vi chiedo: è posibile partecipare concretamente, diventando uno degli "autori seriali" che si vedono qui a fianco?come?
grazie
g.
Andrea G. pubblicato il Agosto 19, 2014 alle 8:32 pm:
L'idea è fantastica, complimenti a chi ha concepito il MEP. Ho letto poesie di alto livello, complimenti a chi le ha concepite. Complimenti davvero: credevo che la poesia fosse morta, spesso è bellissimo sbagliarsi.
tom sharp pubblicato il Agosto 18, 2014 alle 7:40 pm:
short poems
with my daily grind
make something
carlo pubblicato il Agosto 15, 2014 alle 8:16 pm:
Saluti a tutti.
F.01 pubblicato il Agosto 12, 2014 alle 4:35 pm:
Un grazie a tutti coloro che lasciano qualche parola per noi e per gli altri su questo guestbook ed un avviso: per contattare direttamente il MEP (nei suoi varii nuclei o in generale) è mooolto meglio usare gli indirizzi mail che trovate nella sezione 'Contatti'!
riccio isabello pubblicato il Agosto 12, 2014 alle 8:56 am:
L'abuso dell'uso del buso
Porta al disuso dell'uso del buso.

Alè...Giacomo sarebbe orgogliosissimo di me!
Francesca pubblicato il Agosto 11, 2014 alle 2:56 pm:
Volevo sapere come si fa a partecipare al vostro movimento.

Ho visto i vostri manifesti a Londra vicino a Liverpool street,

Io vivo a Londra spero che questo non sia un problema.

Fran
Giovanni pubblicato il Agosto 7, 2014 alle 5:26 pm:
Le poesie hanno i lupi dentro.
Penso si debba partire da qui.
Poche volte è puro eros,spesso è desiderio ritmato.
Ammettiamolo!
Polvere alla polvere,cenere alla cenere.
Credo che di una poesia non debba rimanere nulla,nemmeno il ricordo.
Solo la sensazione che si prova durante la lettura;nulla più.
Come Lyv Tyler in Io Ballo da Sola le Nostre poesie vanno bruciate subito.
Appena scritte non ci appartengono più.
Solo dopo averle lasciate andare via si può ballare scalzi in un cerchio di fuoco,aspettando che nel ritmo della danza emerga un nuovo verso.
Giovanni
francesca pubblicato il Agosto 1, 2014 alle 12:55 pm:
il mio cuore è muto, ne ho cucito la pelle, gridava troppo forte e avevo il timore che tu ne sentissi il dolore.