Skip to main content

con le parole di Albert Einstein

Non ho il cuore
di fidare al servo
seppur fedele – come te
la più luminosa visione
il più profondo oblio:
l’intenzione.

Non questo traviato parlare ma
volontà, fine,
origine, intuizione,
voce in ascolto:
presente, mente.

E’ tempo di onorare l’attimo
e la donna dei miei sogni:
quanto c’è di più divino,
oscuro, tra i doni,
spiraglio tra mondi.