Il mio passato era una scintilla nel petto.

Il mio futuro, terra bruciata.

Il mio presente è un vile e tremulo sospiro.

La mia unica colpa: “Avresti potuto!”.