Troppe vite liquefatte
recensite da giudizi
e da sentimenti
di frontiera
cercano
un senso alla fatica
alla meraviglia
per una carezza vera.

Non è poi facile da confessare
per un girasole curvo
a testa china
se si vergogni della notte
o se soltanto segua la sua stella
nell’altro emisfero;
ché forse vera fedeltà
nessuno è pronto
a giurarla a un cielo intero,
se una cometa
è solo ghiaccio che si scioglie
a fuoco lento
ma cinico e ignorante
come una vita
che piano
si spoglia.

Quando puoi sopravvivere
con una sola promessa,
che è paura intrisa
d’accidia
scomposta
che è voglia di recriminare
o forse d’intraprendere,
indifferente è
affidare la parola
alla voce
al silenzio
o per sbaglio a un sentimento…

… scivola su mari legati
ondeggiare invisibile
nel traffico inespressivo
di un momento come tanti,
col vento e nel vento
fiaba di vita
là mai contestata.