Muto resto ad ascoltare
il mio tacere, lo sproloquiare
dei miei pensieri abitualmente vani.
Ogni parola
soppeserei come se fosse
pagina finale di ogni mia speranza
fossi asceta di una -sempre vana
mia coerenza.

Ci riuscirò un giorno -forse
e se sarà, sarà la morte
oppure dolce
polemica eccellente
sognandomi ancora
silenziosa tempesta.