Skip to main content

Il mondo

Schiavi di libertà e di idee inesistenti
abitanti illegittimi di un mondo che non ci appartiene
circondati da immensità di solitudine
s’incammina verso di noi la vita.

Cercando di salvarci da destini contorti,
e scappando lontano da situazioni ingannevoli
cerchiamo noi tutti rifugio dal mondo.

Losco, cruento e perfino recondito
insito di malvagità e abominio
il mondo ci trafigge e ci appende ad un muro.

Codesto muro si affibbia in noi
distorcendo la visione e innalzando l’oscurità
come mancaza di luce e di calore
ci sottrae anima e vita.

Ma rinchiusi in un angolo di mondo,
e costretti a cercare nella nostra mente
possiamo noi tutti incamminarci nel sentiero della ragione.

In quelle sperdute lande prendon forma le idee
e ritroviam il senno perduto
la cui ragione bottino di guerra fu.

Così il nostro raziocinio risorge da macerie di battaglie d’idee
prendendo linfa vitale da un tumulto di pensieri
ed espandendosi come fuoco ammaestrato dal vento.

Orbene è tutto qui il segreto per sfuggire a questa falsa realtà:
accovacciarsi nella propria fantasia e volare con la propria mente
forgiare idee e pensieri sorretti da logica e morale
erigerli e fortificarli fino a farli radicare in sè;
ed è questo il mezzo per giungere al fine
il modo per renderci utili al prossimo, e di conseguenza a noi stessi.