Il nostro respiro

è solo un prestito

del vento.

Fu e sarà

oltre noi.

 

Ed io inquieta

mi chiedo

che senso ha l’esistere

se è un soffrire,

se il pendolo

oscilla piano nel dolore

e veloce nella gioia.

 

La nostra vita

è presa in prestito

da un dio morto.

La mia

forse dovrei restituirla.