Il vento sposta le foglie di un albero di limoni,

limoni aspri come le mie emozioni oggi.

Il vento sposta nuvole bianche e soffici che

tentano invano di rallegrare il mio umore.

Una collina franata che soccombe sugli alberi ignari.

Il vento sposta queste pagine in attesa di essere scritte.

Donna… consapevolmente incompresa dal mondo.

Tu che guardi il mare e tenti di ascoltare il cinguettio

degli uccelli, tenti… poiché l’eco dei tuoi pensieri negativi

assilla la tua anima e il tuo udito.

Tegole, tegole di un tetto sulle quali io vorrei salire per

poi scendere

in picchiata sull’asfalto, e non accidentalmente.

Vento che sposta fiori gialli, papaveri e tende da sole di

case spropositate ma vuote.