piovono gocce fredde
dai tuoi candidi occhi stanchi.
osservi, implacabile,
l’anima mia inquieta
e giudichi ogni istante
il peso dei miei sospiri.