A Parkinson

Ti ho vista nei gesti di un’altra,

è stato un attimo.

Passavo davanti al mercato di via Catania

e c’eri te in quella curiosità bambina.

Ho visto come sarebbe potuto essere,

se solo il velo nero e sudicio della malattia non ti avesse privato di ogni dignità.