Atto II

Brucia il tempo
mentre, senza volto,
mi guardi
e mi crei

Mi isoli in un luogo d’ombre
carneficina d’anime
Mi avvolgi in illusioni irrisolte
sei rifugio d’apnea

Tormenti sconsacrati alla fioca luce d’una candela – ride
Masochismo bohémien

sarò cenere, rigurgito di bile
oh, il sapore del peccato sulle tue labbra dolci

A S.