Aritmico assolo pop

Cos’è la solitudine
potrebbero chiederti un giorno.

Vivere in questa città
cortile personale di legami seminati
che la grandine di giugno
ha fatto marcire
prima del raccolto d’agosto,
e ritrovarsi con nulla
e ritrovarsi da capo
e ripartire nel vuoto che pesa e pesa
pesa oggi più di ieri, peserà domani più di oggi.

Sotto questo cielo di nuovo blu ci sei te sola a chiederti come stai
e nemmeno a te a dir il vero
la vera risposta importa più,
ché nel silenzio la tua sola voce stona.

Rimane così tanto spazio comodo attorno a te
e nessuno davvero a riempirlo:
è solo la solitudine che riesce ad accomodarsi senza chiederti
permesso
lei sola, disposta ad ascoltare il tuo

aritmico assolo pop.