Bello sarebbe

Bello sarebbe il mondo

Se ognuno avesse l’amore che si merita

Senza elemosinare.

Come cavalli con i paraocchi

Non apparteniamo a nessuno

Nemmeno a noi stessi

E allora

Di chi siamo, dunque?

Di una Madre e della Morte

Due creature ai poli opposti della vita

E noi in mezzo al mondo

C.121