Bestemmia d’amore

Prima di scriverti quest’ultima poesia

ho rubato una Bibbia da una chiesetta di campagna

Dove tre secoli fa avevo acceso un cero con le tue mani

Perché le mie non sapevano come farlo

 

La caccia alle balene ha ormai fatto troppe vittime

nemmeno una superstite in questo mare di nebbia

che mi inghiotta e mi vomiti su una spiaggia deserta

per fare i conti con dio e insultarlo girandogli le spalle

 

E ora che sto camminando in una valle oscura

so che avrò paura perché tu non sei più con me

Tu che sei stata la mia bestemmia più violenta

la perdita della mia ultima fede

 

L’unica mia rabbiosa bestemmia d’amore