Donne

Siamo una terra umida
piena di fiori e piante rigogliose
rugiada purissima
noi donne.
le nostre orme si allungano al calar del sole
camminiamo leggere
tremiamo nel vento.
Abbiamo rubato pezzi di sole per illuminare il buio delle nostre illusioni,
le cornici vuote sul comodino, le attese e le chiamate a vuoto.
Nessuno ci ha insegnato il peso della solitudine
il freddo delle parole e le notti senza stelle
Come steli sottilissime
in un pomeriggio d’agosto
possono sentirsi le donne.
Nessun uomo può capire
quanto vuoto si può riempire con
il suo ventre
che è gravitazione ed equilibrio
il vortice e la rivoluzione,
baricentro dei sogni.
Tutti stanno lì,
fra occhi e bocca e pancia
che è casa e strada e asilo

Le donne sono ciò che resta
e che non se ne va.