down by the river

la donna non esiste, è solo un frutto della desolazione del presente

la donna è esistita, si è salvata, è altrove, e lui, che resta nel limbo dei ricordi di lei, pensa che non possa fare altro che ucciderla per superare la desolazione che lo attanaglia, ma in realtà dopo non resta che altra desolazione, altro deserto

l’unica cosa che può fare è instaurare un dialogo immaginario in cui chiede di restargli affianco, con la sua stessa consapevolezza dell’esistenza della donna, consapevolezza che lo porta in alto poi in basso e poi sottoterra e poi nell’iperuranio

ecco perché le chiede di restare al suo fianco e non nascondersi, perché lei è già altrove, è già nascosta