Ed era

Ricordi i nostri baci?

Noi due riflessi sulle pozzanghere

Come occhi divini ci guardavano mentre ci amavamo

Noi due, stretti l’un l’altro, eravamo gocce di colore che cadevano giù

E facevano tremare quell’acqua grigia

Con la luce dei lampioni attorno a noi che implodeva.

E quella stanza blu? Te la ricordi?

Ci avrei piantato un seme d’edera per vederla arrampicarsi su quei muri

Salire fino a creare un soffitto di foglie nutrita dei nostri sospiri

E le farfalle l’avrebbero usata come casa

Dove poggiarsi

Dove chiudere le ali

Come il posto più protetto dove lasciarsi morire

E i lombrichi

trasformarsi in farfalle come il posto più umido per rinascere

E noi stretti come unità

Sotto alla condensa della natura

Bagnarci di pioggia di vita.