Fino all’ultimo respiro

Noi siamo sempre stati più belli

dei ragazzi che si baciano

contro le porte della notte

Noi ci baciavamo nel cuore del mare

 

Anche il terrorismo e la beneficenza

seguono implacabili le mode

ti ho sussurato

su una spiaggia di sale deserta

 

Ma noi no rispondevi sicura

noi non l’abbiamo mai fatto

Lontano passava una migrazione di fenicotteri

sullo sfondo di una fabbrica abbandonata

 

Noi facciamo del nostro meglio

o forse del nostro peggio

per far rimanere le nostre vite attaccate

come cani che si fottono

 

Ma viviamo ormai dentro poesie troppo grandi

dove è possibile solo amarsi male

o dichiararsi guerra

fino all’ultimo respiro