FIORI DI CAMPO

Potrei fermarmi qui

Un papavero all’orecchio

Un crisantemo all’occhiello

Simbolo impenitente

Di ciĆ² che sta nel mezzo

Fra nascita e morte

Potrei sedermi sul selciato

Aroma di gomme e granoturco

Di autunno raccolto e bruciato

Di ombre infantili alla sera

Porterei un’idea di ferro da stiro

Di quelli di ghisa che funzionano a brace

Per finalmente spianare le pieghe

Dei drappeggi e delle tele

In cui ho nascosto, a braccio

I miei messaggi

(Somigliavano a boccioli di fiore

Di ignoto, incerto

O prematuro colore)

Se solo tu arrivassi

Se con occhi e parole

Mi raggiungessi

Potrei finalmente spiegare la sindone

Prima di nascondermici

E fare di quest’aia

La mia epigrafe

 

Per fortuna

Almeno qui

Ci saranno sempre fiori