In riva al mare

Dinanzi a me il cielo s’accende fioco,

Rosee le gote riflette sul mare

E di te il ricordo s’infrange acre,

Come salsedine nelle narici.

In questo incessante ondeggiare,

Rimembro delle tue parole la calma

Irrequieta, l’attesa e il suono

Tacito sul fondo di una conchiglia.

Così, qui seduta aspetto il dì

Onde, come sassi all’orizzonte,

Oseranno grevi i sogni miei

Verso rive che bagnano i tuoi piedi.