Gin Tonic a Lisbona

Solo e vagabondo per il barrio alto
ti ho baciata nell’amaro dell’alcol
ti ho ascoltata di nuovo nel fado
poi ti ho rivista tra i vicoli di Alfama
tra i panni stesi e i limoni,
leggera e lontana come il Tejo

cammino
ciondolando
cerco quel bar dove scappammo
era bello scappare con te
era bello scoprire con te

semplice, vagabonda, disperata;
una lacrima sola
bagna la notte