Golden Age

Io e te
due attori da oscar
nella regia chiamata mondo.
Recitiamo il copione
scritto da Ananke,
dove non esiste
una scena in cui saliamo sul palco,
insieme, mano nella mano.
Ci sono solo io,
a sipario chiuso,
mentre ascolto canzoni
che parlano di me, di te,
di noi.
Ci sono solo io,
a sipario aperto
mentre continuo a parlarmi
in un soliloquio
che si realizza in un ossimoro.
Epilogo della nostra arte
altro non sarĂ  che un plagio:
ci incontreremo di nuovo,
io Seb e tu Mia,
ma solo di nome.

F.79