Il Pescatore

Di notte facevo incubi chiamati realtà.

Di giorno andavo a pescare nel lago rosso

dove prendevo pesci chiamati speranza.

Ora, come un anziano veterano di vita,

sapendo che non ci sono più pesci,

continuo a buttare l’esca dell’insoddisfazione

in cerca

dell’ennesima calda illusione.