Iris

I tuoi occhi sono per me il filtro

delle mezze stagioni,

Iris, che sei vita per la vita,

verde rinascita dalla terra,

petalo su petalo,

sei un passato circolare

e puoi fermare il tempo,

clessidra delle mie ricorrenti primavere.

Sei una bambina dagli occhi grandi,

pieni di tutto quello che possono amare

e di pianto,

sei la libertà del mare di andare

e tornare,

l’anima legata al corpo

da una sottile cordicella,

come un palloncino

e a volte mi sfuggi in me stessa,

troppo semplice per essere comprensibile.

E sei così bella coi capelli al vento,

tu che non conosci paure

e le labbra piene di emozioni,

sei tutti i colori che non posso vedere,

le sfumature del mio profilo,

inafferrabile, come l’acqua,

trasparente

e non ti fai domande,

perché sai ritrovare la bellezza perduta

in ogni respiro.

C.15