IRRUMATIO

Nebbioso
il mio corpo deforme
si stende
sul suolo di vetro
e rapprende
un vuoto che cola
dal mondo.

Rabbioso
il cielo nel cuore
rinchiuso
su un letto di foglie
cadute
rinnega il suo amare
più esoso.

Criptico desiderio
lascia il mio umore pietoso
e concedi spazio
alla catarsi.