La corsa dei cavalli a dondolo o La fine del Titanic

Sul fronte del porto anche la nostra ultima promessa
era stata una promessa da marinai disonesti
Torneremo ancora a nevicarci addosso
quando questo Titanic finirà di affondare

Mi hai fatto assaggiare un frutto che nessuno conosce
e hai sognato che scambiavo la pelle con un’altra più blu
Era l’inizio di quel mattino in cui trovammo
i nostri vestiti sporchi stranamente legati insieme

E stringerti era come scrivere haiku ma col sangue
o giocare ai detective e morire accoltellati
dietro un vicolo in mezzo alla spazzatura
per un banale e misterioso scambio di persona

Ma ora che hai avuto una parte di me
da poter gettare ai tuoi cani
Vestiti amore andiamo a giocarci tutto
alle corse dei cavalli a dondolo